3 (+1) ottimi motivi per fare una Vacanza nel Salento

Vi siete mai chiesti perché dovreste fare una Vacanza nel Salento? Oggi vi elenchiamo 3 ottimi motivi più uno “bonus” per farlo!

Il mare, le spiagge e le coste

Il mare salentino è tra i più belli d’Italia e d’Europa. 

Calma, calma! Non lo dico solo io, giuro!

Sono innumerevoli le coste e le spiagge salentine che hanno ricevuto la Bandiera Blu.

Ed il mare in effetti è di cristallo. 

 

Ma poi si può scegliere: che sia Costa Ionica o Adriatica la reazione sarà sempre la stessa: UAU!

Siete amanti della sabbia e delle spiagge caraibiche? No problem, c’è la soluzione: Gallipoli, Porto Cesareo e Torre Lapillo.

Amate il mare ma preferite la spiaggia di scogli? (siamo in due!)

A Capilungo, proprio dove siamo noi, troverete il mare giusto: scogliera bassa, perfetta per bagno rilassante o per lo snorkeling costiero

Tramonto?

La passeggiata che costeggia il lungomare, vi regalerà le emozioni di infiniti tramonti mozzafiato. Guarda le foto in basso e poi mi dici.

 

Ma poi la tranquillità di questo posto è impagabile, cioè se la vostra vacanza nel Salento è all’insegna del relax, qui starete bene.

Basta?

“Rotolando verso Sud”, in direzione Santa Maria di Leuca, dovreste fermarvi a Torre San Giovanni e Pescoluse, località famosissime per i lidi come le Maldive del Salento. Altra meta irrinunciabile!

E per un po’ di ADVENTURE?

Costa Adriatica! Caratterizzata da una scogliera alta a strapiombo sul mare. Il panorama è una gioia per gli occhi. Torre dell’Orso, San Foca, Roca Vecchia sono località che dovreste includere nella vostro itinerario salentino

 


Sapori della terra e cucina tradizionale

La cucina salentina è una cucina “povera” e semplice. Tradizionalmente la carne era consumata nelle festività e dalle persone benestanti, questo lasciava spazio a ricette provenienti per lo più dai prodotti dell’agricoltura e della pesca. 

Il cibo salentino è caratterizzato dai prodotti della terra e del mare, rigorosamente stagionali, freschi e locali.

 

Kilometro 0 insomma. C’eravamo arrivati un po’ di tempo fa, meno male che alcune mode ritornano!

 

Le ricette tipiche salentine più popolari sono a base di rape (Rape ‘nfucate), cicoria selvatica (Cicurine o Cicureddhe) e papavero (Paparina o in alcune zone Fritta).

Ma il Salento è una penisola, quindi anche il mare offre ottimi spunti per le ricette di pesce salentine.

I primi piatti salentini possono essere a base di frutti di mare come le Linguine ai ricci o di pesce, come gli Spaghetti al sugo di cernia

Il pesce è protagonista anche dei secondi piatti salentini: tonno fresco, merluzzo, polpo e gamberoni sono da gustare se siete in vacanza da queste parti… 

Dessert?

Nel Salento ce la caviamo benone anche con i dolci! 

La pasticceria tradizionale salentina è lieta di farvi assaggiare il Pasticciotto Leccese! Since 1745!

Ah però mi raccomando, fatevi sempre consigliare dalle persone del posto! 😉


La storia e l’architettura

Il Salento non è solo mare e cibo, ma è una terra piena di storia e architettura.

La storia salentina inizia già nella preistoria, come hanno documentato i resti ritrovati negli anni ‘80 nella zona di Ostuni. Le prime fortificazioni risalgono all’età del bronzo mentre i primi insediamenti urbani sono dei Messapi risalenti circa all’800 a.c.

Roma fu fondata nel 753 a.c, riuscite ad immaginare quanta antichità racchiude il Salento? 

L’architettura salentina ha subito le influenze di chiunque sia passato da questa penisola.

E per fortuna direi!

Ne sono esempio l’Anfiteatro romano di Lecce, il Castello Angioino di Gallipoli o il Castello Aragonese di Otranto.

Ma anche i piccoli borghi sono pieni di storia e antichità, come Ugento, Leuca e Soleto.

 


Feste popolari e movida

Chi non ha mai sentito parlare della Notte della Taranta di Melpignano ?

Questa è la festa popolare salentina più conosciuta in Italia e nel Mondo, ma non è assolutamente l’unica!

Infatti nel Salento ogni paese o borgo ha la sua festività ricorrente ed ognuna è diversa per costumi ed usi. Solo in Agosto ad esempio, a Lecce si festeggia il patrono Sant’Oronzo; Torre Paduli (un piccolo borgo dell’entroterra) è rinomato per la Danza delle Spade durante la Festa di San Rocco; Specchia ospita ogni anno la Notte Bianca con scenari suggestivi e concerti in ogni angolo del paese. 

Le sagre salentine sono invece il posto più indicato per assaporare la tradizione culinaria locale, iniziano in tarda primavera e terminano con l’inizio dell’autunno.

Vi piace la vita notturna ed la movida? 😎

Beh, la risposta è semplice: Gallipoli, Otranto e Lecce ! Decine di locali e discoteche ospitano ogni stagione artisti e performer nazionali ed internazionali! Dalla Praja al RioBò, ogni serata è sempre diversa. Ma la movida salentina non si limita solo alle discoteche: molti lidi salentini offrono musica ed animazione diurna sulle proprie spiagge.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on twitter
Twitter